“Si comunica che per effetto della Legge n° 24 dell’8 marzo 2017 Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita, nonché in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie il sito e i suoi contenuti sono in fase di aggiornamento”Chiudi

Una banca dati per le incertezze in oncologia

Da una collaborazione tra il NICE (National Institute of Clinical Evidence) e il consorzio europeo CoCanCPG (Coordination of Cancer Clinical Practice Guidelines in Europe) è nato un database, chiamato DoCU, che riunisce le incertezze in campo oncologico.
Il database, che sarà in fase sperimentale fino alla fine di gennaio, ha l'obiettivo di identificare sistematicamente i casi di mancanza o scarsità di prove scientifiche che vengono messi in luce nel corso dello sviluppo delle linee guida o dell'analisi delle raccomandazioni prodotte. In base a questi, il progetto si propone di formulare delle raccomandazioni per indirizzare la futura ricerca sul cancro.
Le incertezze possono derivare, per esempio, da studi metodologicamente debol, da risultati non conclusivi, dal coinvolgimento di un numero insufficiente di pazienti e possono riguardare l'efficacia clinica dei trattamenti, il rapporto costo-efficacia, la diagnosi, la prognosi, gli esiti considerati e gli effetti avversi.
Il database consente la ricerca per testo libero o per campi predefiniti e anche la possibilità di segnalare una possibile incertezza da inserire nel database, anche se, almeno per ora, questa opportunità è riservata agli enti appartenenti al consorzio CoCanCPG.