Identificazione, prevenzione
 e gestione della malattia renale cronica nell’adulto

Il documento completo (formato pdf)


Indice

Introduzione

Metodi

  • Percorso di elaborazione di una linea guida
  • Chi ha elaborato la linea guida
  • Fasi di sviluppo della linea guida
    • Gruppo promotore
    • Costituzione del panel multidisciplinare di esperti
    • Adattamento/aggiornamento della linea guida NICE
    • Nuova revisione sistematica
    • Grading delle raccomandazioni
    • Revisione esterna del documento finale
  • Aggiornamento, diffusione, implementazione
  • Disponibilità del testo integrale

Quesiti e raccomandazioni

  • Quesito 1: Qual è il miglior test diagnostico per valutare la funzionalità renale nella pratica clinica?
  • Quesito 2: Nei soggetti affetti da malattia renale cronica (MRC) qual è la variabilità biologica e analitica della stima del filtrato glomerulare e da quali fattori è influenzata?
  • Quesito 3: Quali sono la sensibilità e la specificità delle strisce reattive per individuare proteine e sangue nelle urine dei pazienti?
  • Quesito 4: Quali sono i vantaggi, in termini di precisione e di costi, della misura del rapporto albumina/creatinina vs il rapporto proteina/creatinina per quantificare la proteinuria nei soggetti affetti da MRC?
  • Quesito 5: Quali sono le indicazioni all’ecografia renale per i soggetti affetti da MRC?
  • Quesito 6: Quali valori di filtrato glomerulare influenzano in modo significativo la prognosi dei soggetti con MRC? Qual è l’influenza di età, sesso, etnia o presenza di proteinuria?
  • Quesito 7: Quali soggetti dovrebbero essere valutati per la presenza di MRC?
  • Quesito 8: Quando la velocità di riduzione del filtrato glomerulare può essere considerata clinicamente significativa nei soggetti affetti da MRC?
  • Quesito 9: Quali fattori possono essere associati a incremento della progressione della MRC?
  • Quesito 10: Quali sono i criteri per l’invio del paziente alle cure dello specialista?
  • Quesito 11: Nei pazienti con MRC il miglioramento degli stili di vita può rallentare la progressione della malattia?
  • Quesito 12: Quali interventi sulla dieta sono associati al miglioramento degli esiti renali nei soggetti affetti da MRC?
  • Quesito 13: Quali sono i valori ottimali per la pressione arteriosa nei soggetti con MRC proteinurica/non proteinurica, utili a rallentare la progressione della malattia e a ridurre i rischi di morbilità e mortalità cardiovascolare?
  • Quesito 14: Quali sono i farmaci antipertensivi più appropriati per rallentare la progressione della malattia e ridurre la mortalità?
  • Quesito 15: Dopo l’inizio del trattamento con farmaci inibitori del SRAA (sistema renina angiotensina aldosterone, quali parametri devono essere monitorati e con quale frequenza? Quali valori-soglia dovrebbero suggerire l’interruzione di trattamenti con inibitori del SRAA?
  • Quesito 16: Il rapporto rischio/beneficio degli inibitori del SRAA varia con l’età?
  • Quesito 17: Nei soggetti affetti da malattia renale cronica proteinurica o non proteinurica, la mortalità e il rischio di progressione della malattia possono essere ridotti con spironolattone associato o meno a inibitori del SRAA?
  • Quesito 18: Nei soggetti affetti da MRC con proteinuria, le statine riducono la proteinuria e il rischio di progressione della malattia?
  • Quesito 19: Nei soggetti affetti da MRC con dislipidemia, gli agenti ipolipemizzanti riducono gli eventi cardiovascolari e la mortalità confrontati con placebo?
  • Quesito 20: Le terapie antiaggreganti e anticoagulanti riducono la morbilità e la mortalità cardiovascolare nei soggetti affetti da MRC?
  • Quesito 21: La riduzione farmacologica dell’uricemia con allopurinolo, agenti uricosurici (probenecid, sulfinpirazone), rasburicasi (urato ossidasi) diminuisce la morbilità e la mortalità negli adulti affetti da MRC con iperuricemia?
  • Quesito 22: Quali sono gli esiti sfavorevoli associati a ematuria microscopica isolata e le sue modalità di gestione nei soggetti affetti da MRC?
  • Quesito 23: Quando e con quale frequenza dovrebbero essere testati i livelli di calcio, vitamina D, fosfati e ormone paratiroideo intatto nei soggetti affetti da MRC?
  • Quesito 24: Quali sono i rischi e i benefici dell’uso di bifosfonati nella prevenzione dell'osteoporosi nei soggetti affetti da MRC?
  • Quesito 25: Quale tipo, se necessario, di vitamina D o analogo dovrebbe essere somministrato ai soggetti affetti da MRC?
  • Quesito 26: Quali chelanti del fosforo, se necessario, dovrebbero essere somministrati ai soggetti affetti da MRC?
  • Quesito 27: Il trattamento dell’anemia in pazienti con malattia renale cronica
  • Quesito 28: Quali informazioni, istruzioni e supporto è necessario fornire ai soggetti affetti da MRC e ai loro familiari per comprendere e affrontare la diagnosi, il trattamento e gli esiti della malattia?
  • Quesito 29: Quali strumenti sono necessari nella gestione territoriale per i medici di famiglia e per gli operatori di cure primarie?

Appendice 1: Acronimi e abbreviazioni

Appendice 2: Glossario dei termini epidemiologici

 

Data di pubblicazione: gennaio 2012

Data di aggiornamento: gennaio 2015